Sybilla Trend: per le donne che amano piacere, ma soprattutto piacersi

Testo di Elena Pagani

FASHION
10 Novembre 2018

Sybilla Trend: per le donne che amano piacere, ma soprattutto piacersi

Intervista alla titolare Lucilla Brambilla che ci racconta l’esperienza acquisita in 30 anni di lavoro nel settore dell’abbigliamento

Cara Lucilla cosa distingue il tuo store Sybilla Trend?

Anzitutto l’esperienza. L’anno prossimo la mia attività compirà trent’anni, il che significa che ho maturato negli anni una ricca consapevolezza nel settore della moda. So esattamente cosa voglio nel mio negozio e cosa proporre alle mie clienti, siano esse fidelizzate o nuove. Il mio è un lavoro di ricerca, mi piace definirlo in questo modo, e lo svolgo solo ed esclusivamente basandomi su aziende italiane.

 

Ti interrompo: parlando di aziende italiane, significa che proponi solo il Made in Italy?

Esattamente, il Made in Italy, ma quello vero! Mi avvalgo di aziende i cui laboratori si trovano sul territorio italiano, che non delocalizzano la produzione, come sempre piú spesso accade. La ritengo uno dei punti forti della mia filosofia. Purtroppo nell’abbigliamento c’è moltissima offerta, ma poca informazione. Io seleziono le aziende italiane che abbiano un equo rapporto qualità-prezzo.

 

Come definiresti Sybilla Trend?

Sicuramente si tratta di un negozio di livello medio-alto, di nicchia. Le mie clienti devono sempre sentirsi accolte e coccolate. Io sono una stylist, il che significa avere molta esperienza, essere intuitiva e anche un po’psicologa, quando serve. Vestirsi non equivale solo a mettersi dei capi addosso. Sybilla è “trend” non di moda, distinguiamo le due cose. Chi è trend, non segue la moda, ma la anticipa, il che da un certo punto di vista, porta a svolgere un lavoro più difficile, ma sei tu, donna, che ti devi piacere per prima e di conseguenza piacerai anche agli altri. Oggi tendiamo troppo ad emulare modelli visti sui social, senza curarci di ciò che veramente vorremmo per noi. Alle mie clienti consiglio sempre di entrare nel mio negozio con una mente aperta, io non vendo mai per forza, voglio che acquistino ciò che le fa sentire bene.

 

Che rapporto hai con le tue clienti?

Instauro un rapporto confidenziale, quando sono fidelizzate non ho nemmeno bisogno di chiedere cosa vogliono, lo so già. Inoltre in casi particolari svolgo un vero e proprio servizio di styling, collaborando con un parrucchiere e una truccatrice. Ricordiamoci che il capo più bello del mondo non può essere valorizzato se non si ha, letteralmente, la testa in ordine.

 

Quanto è importante, secondo te, sapersi rinnovare?

È fondamentale. Vedo ogni giorno donne giovani che sembrano vecchie e viceversa. Ovviamente non bisogna eccedere né da un lato, né dall’altro. Si rischia di essere anacronistici e sicuramente si perdono eleganza e raffinatezza che una donna dovrebbe sempre avere, per il solo fatto di essere dotata di femminilità. Lo charme di una persona è nello stile che rappresenta. In alcuni casi ci sono vestiti che indossati stanno bene, ma non si identificano con lo stile di chi li porta. Io per esempio ho uno stile molto eclettico, dovuto ovviamente al lavoro che faccio, ma l’eleganza secondo me equivale a mostrarsi per l’età che si ha.

Rinnovarsi è sempre importante, contrasta la banalità nel vestire, cosa che non sopporto.

 

 Che consigli senti di dare?

I consigli che posso dare alle mie clienti sono di saper scartare ciò che si ha nell’armadio e che non si indossa magari da anni, di rinnovarsi, di farlo con piacere e di non essere mai uguali a se stessi, di utilizzarlo come uno stimolo e di essere consapevoli che la cura della propria persona è una grande forma di educazione verso gli altri, eludendo la sciatteria.

 

Avrai sicuramente delle clienti che sono mamme, magari di bimbi molto piccoli, il che, in tanti casi, significa rischiare di rinunciare a un abbigliamento curato, cambiare stile in funzione della comodità, cosa ne dici?

A tutte le donne che diventano mamme dico di non dimenticarsi mai di essere donne, mogli o compagne, ma soprattutto donne. Capisco sia faticoso, ma fa parte della nostra natura, che è sia un cruccio sia un grande dono. Ho reso contente diverse mamme, che dopo il periodo della maternità sono ritornate per rifarsi il look. Una sorta di rinascita. Essere mamme è un grande dono, l’obiettivo di moltissime donne, ma ciò non significa rinunciare al proprio stile e questo deve essere sempre tenuto in considerazione.

Grazie mille Lucilla, è stato un vero piacere, è bello incontrare persone che svolgono il loro lavoro con tanta passione ed energia. Donne che si dedicano affinché le altre donne si sentano belle, si piacciano, riescano a trovare il proprio stile e il proprio modo di essere e porsi. Perché Lucilla ha ragione: per piacere agli altri è fondamentale prima piacere a se stessi.

Condividi l'articolo



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi